Produrre Olio di Oliva con il proprio frantoio da’ molta soddisfazione. Produrre Vino dalla propria vigna è un’esperienza inebriante. Ma la mietitura … è probabilmente lo stereotipo dell’attività agricola, è l’attività che meglio racchiude in se’ i motivi di una scelta di vita nell’agricoltura. Nei giorni immediatamente precedenti la mietitura c’è sempre un po’ di “elettricità nell’aria”: il raccolto è pronto, maturo, si attende il giorno più adatto sperando che nel frattempo non piova, non grandini, che non ci sia troppo vento a buttare a terra gli steli. Ogni giorno i cinghiali si interessano di più al raccolto, il “nostro” raccolto, ed ogni giorno l’attesa e un filo di ansia crescono lentamente. Mietere oggi? Attendere ancora un giorno? “Là in quel’angolo non è ancora maturo bene, magari domani ….”. Poi “IL” giorno arriva, e la tensione se ne va in un attimo, non appena la mietitrebbia scarica il primo carico nel carro attaccato dietro il trattore.

Quest’anno abbiamo seminato farro, ed è ovviamente il “raccolto più bello del mondo” :-), ne faremo farina per il nostro pane ed ottima pasta.

P.S. in questi giorni la luna sta crescendo, non è ancora piena ma fa comunque la sua bella figura. E raccolto e luna combinati insieme non possono avere altre che questa canzone.